Un progetto di comfort ad emissioni (quasi) zero: un video racconta il progetto di reMade del Padiglione Italia alla 13.Biennale di Architettura

L’impianto funziona davvero bene: nonostante tutti gli imprevisti e le difficoltà legate alla realizzazione sotto ferragosto (che ha reso impossibile trovare molti dei materiali previsti, come il canale in fibra tessile microforata), temperatura ed areazione all’interno del padiglione erano davvero eccellenti!

Questo un video di racconto/presentazione del progetto realizzato da Krista Elvey e Claudia Escalona:

Il progetto complessivo è stato coordinato da me con la collaborazione, oltre che di Claudia e Krista, di Camilla Baldassare, Veronica Bonanni e Cristina Vessia.
L’impianto di climatizzazione è stato progettato da Franco Cipriani e Andrea Marcucci.
La macchina frigorifera è stata donata dalla Daikin.

Alcune foto della realizzazione.

Il canale di distribuzione dell’aria e la realizzazione dei fori (mentre si procede anche con gli appendimenti dei cavi per video e luci)…

Img_1480Img_1505Img_1502

All’esterno, nel Giardino delle Vergini, la pompa di calore (la macchina frigorifera), l’UTA (unità di trattamento aria, ovvero il gruppo ventilante), le pompe di circolazione dell’acqua e lo scambiatore di calore a piastre…

Img_1500Img_1488Img_1504Img_1487bImg_1546Img_1506

Quest’ultimo è in un certo senso il vero elemento caratterizzante dell’impianto: perchè il fluido che circola nella pompa di calore viene pre-raffrescato (nello scambiatore) dall’acqua di laguna  che viene prelevata dal canale (a circa 23-24 gradi), fatta circolare nello scambiatore, e reimmessa nel canale (attraverso un tombino nel giardino), a temperatura più elevata…

Img_1609Img_1597Img_1603Img_1583Img_1586Img_1587

Un filtro a maglia larga posto intorno alla bocca del tubo (che utilizzando un buco preesistente esce dal padiglione e scende nel canale), ferma le alghe più grandi. Un secondo filtro a maglia fitta, posto prima dell’ingresso dell’acqua nello scambiatore, ferma le alghe più piccole. Questo secondo filtro è “il” problema: richiede una manutenzione quasi giornaliera!

Al momento l’impianto è dunque molto efficiente ma ancora alimentato dalla rete: speriamo a breve di completare l’opera realizzando la pergola fotovoltaica che renderà il sistema a bilancio zero (tra produzione, locale, pulita e rinnovabile, e consumo)!!!

Intanto si può pedalare …e ricare ad energia pulita i cellulari -grazie all’installazione, per reMade in Italy, di Oscar Santilli ed ElettroTech!

: )

20120826_145942_finale20120828_121734_scanio
Img_7595Img_7597

About paesaggisensibili

Architect and senior fellow of the McLuhan Program in Culture and Technology of Toronto University, I'm a member of the board of directors of the Italian National Institute of Architecture (IN/ARCH) in Rome, where since 2003 I am in charge of the Institute Master Programs. My studies are rooted in the fields of architecture and philosophy of science with a special interest in biology and anthropology. Key words for my research are: Man, Space, Nature, Technique, Webness, Ecology, Relations, Interactions, Resources, Energy, Landscape, Footprint, Past and Future. My goal is to build critical understanding of the present to suggest useful strategies to build the future.

One comment

  1. Pingback: reMade in Italy | PaesaggiSensibili

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: