i lunedì dell’architettura

Urban Talks. L’architettura per l’altro 99%.

lunedì 3 Dicembre 2012 ore 19.00
ROMA Acer via di villa Patrizi, 11

Img_2382

Un incontro con l’antropologo Franco La Cecla, il collettivo di architetti Orizzontale, ed il network di architetti/semiologi/geografi Snark, sull’impatto e il ruolo sociale dell’architettura.

Città globali, sfera pubblica, scarti e tecnologie della comunicazione: una riflessione sull’architettura come strumento di democrazia.

introduce Maria Luisa Palumbo

>>>

Il tema centrale di questo incontro sarà il rapporto tra architettura e città, ovvero tra la pratica dell’architettura come arte e scienza (disciplina) del “fare spazio” e la città come contesto del nostro operare, come base e orizzonte del nostro abitare collettivo, comune comunitario.

Infatti città, come contesto reale e collettivo, fatto di persone (abitanti), e architettura (e architetti), spesso non vanno insieme, sia nel senso che la città si trasforma come frutto di processi e forze economiche e politiche che si muovono in modo del tutto autonomo rispetto ai ragionamenti degli architetti, sia perchè questi ragionamenti a loro volta si muovono in modo brutalmente indipendente dai bisogni reali degli abitanti e del territorio. In molti casi l’architettura si riduce ad un evento comunicativo che non aiuta però le questioni reali di una città…

In questo senso c’è bisogno di costruire altre strade per restituire efficacia, cioè impatto sociale all’architettura.

Ne parliamo con Franco La Cecla, architetto antropologo autore di numerosi libri dal bellissimo “Perdersi. L’uomo senza ambiente” (1988) al provocatorio “Contro l’architettura” (2008), oggi impegnato nella scrittura di nuovo saggio con Cameron Sinclair, fondatore di Architecture for Humanity. E ancora, con il collettivo di architetti romani Orizzontale, dal 2010 impegnato in “atti pubblici” di riattivazione di “scarti urbani”, e con Snark network basato a Milano di architetti, urbanisti, geografi, semiologi, economisti, giornalisti…

 

 

About paesaggisensibili

Architect and senior fellow of the McLuhan Program in Culture and Technology of Toronto University, I'm a member of the board of directors of the Italian National Institute of Architecture (IN/ARCH) in Rome, where since 2003 I am in charge of the Institute Master Programs. My studies are rooted in the fields of architecture and philosophy of science with a special interest in biology and anthropology. Key words for my research are: Man, Space, Nature, Technique, Webness, Ecology, Relations, Interactions, Resources, Energy, Landscape, Footprint, Past and Future. My goal is to build critical understanding of the present to suggest useful strategies to build the future.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s

%d bloggers like this: